Pubblicato in: Computer

Piazza pulita

Sissignori, piazza pulita: ecco ciò che ho combinato in agosto e di cui mi spavento a parlare ancor’oggi!

C’è da dire che non avevo intenzioni “distruttive”: volevo semplicemente ripulire il case del PC dalla polvere (è sempre un toccasana per il PC, ma in estate è proprio una boccata d’aria in più!).

Vabbè che ho usato il compressore, ma chi non l’ha usato mai per pulire il PC? 😀

Scherzi a parte, ecco cosa è successo: scendo in garage e ripulisco il case dalla polvere con il compressore – ovviamente usato a debita distanza e con debita potenza. Torno su, ricollego il PC e lo avvio: tutto regolare. Lo spengo, vado a pranzo, lo riaccendo nel pomeriggio e, tutto ad un tratto… PUFF. Si spegne.

Faccia mia: 😕 (‘azz è successo??)

Vado per riaccenderlo: nulla. Riprovo: nessun segno di vita. Avevo già pulito il case con il compressore, ma quella volta sentivo che qualcosa non andava (maledetta premonizione).

Il brutto è che l’altoparlante di sistema non faceva alcun beep. Accendo gli altoparlanti e sento una vocina in lontananza. Alzo il volume e lo speech del BIOS recita queste testuali e terrificanti parole: “System failed CPU test“. Non volevo crederci: problemi alla CPU?? Cavoli, son fritto!

Cerco sul manuale della mia ASUS cosa voglia dire quell’errore. Risoluzione: controllare se la CPU è montata bene, altrimenti chiamare il Centro Assistenza ASUS. Io che ho sempre risolto tutto da me, durante questi 20 (avete letto bene) giorni d’agonia che seguiranno ho pensato più e più volte di portarla in un centro competente (!).

Inizio a cercare su Google con un altro PC cosa può essere successo: i più non erano riusciti a risolvere, mentre tra chi c’era riuscito non c’erano due persone con la stessa soluzione, o comunque qualcosa che li accomunava. Inizio a preoccuparmi.

Nei giorni seguenti provo di tutto: resetto la memoria del BIOS, smonto e rimonto la CPU una dozzina di volte (e in un paio di questi test il PC sembrava avviarsi, ma tornava tutto come prima), la sostituisco con un’altra CPU (stesso errore – grazie a Dio (?) non è la CPU), smonto e rimonto la RAM (provandola banco a banco e sostituendola con altri banchi funzionanti che tengo da parte proprio per queste eventualità), smonto e rimonto qualsiasi cosa che non fosse fissa.

Niente. Inizio a pensare che il northbridge sia andato a donnine allegre…

Porto il PC da un amico di mio padre che cambia la pasta termica sul processore. In un primo momento parte, poi ritorna tutto come prima.

Nel frattempo avevo comprato pure un nuovo sistema di raffreddamento per la CPU, credendo potesse essere problema di temperatura – lo Scythe Mugen 2 (un mostro, tra l’altro: silenziosissimo ed efficientissimo, è riuscito ad abbassare le temperature del mio P4 Northwood di 5°-7°C in idle e circa 15° in full load), ma non risolvo.

Come ultima prova prima di destinare i miei risparmi all’acquisto di un nuovo PC, mio padre porta la scheda madre da un altro amico. Ci credereste? La scheda ritorna FUNZIONANTE!

Ero una pasqua!!!! Ma cosa aveva fatto, quell’amico di mio padre? Beh, a suo dire, ha rimosso soltanto delle ossidazioni da alcuni contatti della RAM!

Il PC, finora, sta funzionando bene, ma credo che non userò mai più il compressore per pulire il PC dalla polvere! 😀


Annunci

Autore:

Rigidamente flessibile, con il cuore legato al passato e le mani immerse nel futuro presente.

2 pensieri riguardo “Piazza pulita

  1. Ecco perchè io non ho mai usato il compressore ma l’aspirapolvere con un tubicino per arrivare nei punti più difficili!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...